Come calcolare l’ovulazione

come-calcolare-lovulazione

Per chi decide di avere un bimbo l’ovulazione è il momento più importante del ciclo mestruale. Già dal primo giorno delle mestruazioni l’ovaio inizia a prepararsi, si forma l’ovulo che, al momento della sua maturazione, viene espulso. Questa fase viene denominata ovulazione. L’ovulo, una volta lasciato l’ovaio, risale le tube di Falloppio dove può essere fecondato.

L’ovulo vive al massimo 24 ore, mentre gli spermatozoi sopravvivono nell’utero circa 4-5 giorni. Per tale motivo si può considerare periodo fertile quello che va da 4 giorni prima dell’ovulazione a 24 ore dopo.

Da qui diviene indispensabile, qualora si desidera una gravidanza, calcolare il momento in cui avviene l’ovulazione. Non sempre è possibile rendersi conto che sta avvenendo l’ovulazione, ma esistono alcuni sintomi:
– Seno dolorante e più gonfio;
– Maggiore desiderio sessuale;
– Secrezioni vaginali più abbondanti e di diversa consistenza;
– Dolore in corrispondenza dell’ovaio che sta ovulando;
– Aumento della temperatura corporea di circa 4 decimi.

Non tutte le donne, però, presentano sintomi evidenti. Per essere certe dell’ovulazione è possibile procedere con un monitoraggio ecografico dei follicoli. L’ecografia, infatti, porterà alla luce l’eventuale crescita e scoppio dei suddetti. Ovviamente, si tratta di una tecnica piuttosto costosa e che quindi non può essere praticata regolarmente.

Per poter verificare se si è nel periodo fertile sono reperibili in farmacia semplici test per l’ovulazione che consistono in piccole strisce. Queste, al contatto con l’urina, mostrano se è presente o meno l’ormone LH. Questo ormone compare al momento dell’ovulazione e sta ad indicare la fuoriuscita dell’ovocita dal follicolo. Questi test possono vantare un’attendibilità al 90%.

Infine è possibile un calcolare l’ovulazione, seppur in maniera approssimativa. Bisogna considerare che il ciclo mestruale si compone di 3 fasi: la prima è quella follicolare, che inizia con la comparsa delle mestruazioni, segue l’ovulazione ed infine la fase luteale. Quest’ultima, a prescidere se la donna abbia un ciclo lungo o breve, dura sempre 14 giorni. Per tale motivo, è possibile calcolare il giorno dell’ovulazione sottraendo 14 giorni alla durata del ciclo medio.

L'articolo ti è piaciuto?

Allora ti consigliamo di dare un'occhiata anche al nostro sito (sponsor)

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>