Come leggere la bolletta Enel

come-leggere-la-bolletta-enel

Qualunque sia la tariffa o l’offerta che avete in promozione con Enel, la bolletta che vi arriva a casa è sempre e comunque composta da tre parti ben distinte: Dettaglio, Sintesi e Comunicazioni. In aggiunta a queste tre parti, se non avete domiciliato i pagamenti sul vostro conto corrente, troverete anche il bollettino con la quale effettuare il pagamento.
Concentrandoci però sulla lettura della bolletta: la prima pagina della bolletta Enel, cioè la sintesi, è assolutamente la più importante, poichè contiene un riassunto di tutte le informazioni riguardanti il servizio.
Se guardate in alto a destra della stessa troverete il vostro numero cliente e il codice fiscale dell’intestatario, insieme all’indirizzo di recapito della bolletta.
In alto a sinistra, invece, ci sarà l’indirizzo dove effettivamente viene erogata l’energia elettrica da parte del gestore. Attenzione però: questo indirizzo può anche essere diverso da quello dove l’intestatario ha richiesto che la bolletta arrivi.
Per eventuali chiarimenti con Enel basta avere a portata di mano il Numero cliente.

Nel riquadro centrale c’è invece il totale da pagare, insieme alla data di scadenza della bolletta, il periodo relativo all’importo, data e numero di documento e la situazione dei pagamenti precedenti.
Nel caso di domiciliazione della bolletta, troverete il nome della banca del vostro conto corrente di addebito.
Nella parte centrale a sinistra, leggermente in basso, troverete il riepilogo dei dati con l’uso (domestico, non residente oppure residente), il tipo di offerta, la tensione della fornitura, la potenza impegnata per contratto, quella cioè richiesta alla stipula del contratto stesso; c’è poi la potenza disponibile, che altro non è che la potenza massima erogabile. Insieme a questi dati, ci sarà la data di effettiva attivazione della fornitura, la tipologia del contatore (elettronico per fasce, elettronico monorario o tradizionale).
Infine c’è il Consumo annuo in kWh che può essere utile per scegliere la tariffa migliore per le nostre esigenze.
Sotto questi dati, troviamo il Riepilogo Letture e prelievi, cioè il periodo a cui i consumi si riferiscono: c’è sia quello attuale che quello precedente. In più, in questa voce c’è scritto se i consumi sono rilevati, storici o letti con autolettura.
Nell’ultima colonna, si trovano i consumi di riferimento in kWh.
Il riquadro a destra, infine, contiene il riepilogo importi con i totali in dettaglio che costituiscono insieme l’importo da pagare.

L'articolo ti è piaciuto?

Allora ti consigliamo di dare un'occhiata anche al nostro sito (sponsor)

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>